Supporto sindacale, disciplinare e legale

Finalità del servizio e modalità di attivazione dello stesso.

Acquisizione delle regole di funzionamento del servizio, esclusione responsabilità SIAF e studi legali e Manleva.

Con l’iscrizione al SIAF – Sindacato Italiano Autonomo Finanzieri, con trattenuta mensile in busta paga dello 0,50% della retribuzione fissa e continuativa, l’iscritto in regola con la quota, potrà usufruire di un servizio di Tutela sindacale, disciplinare e Legale, che potrà essere garantito anche gratuitamente al ricorrere di alcune condizioni, esclusivamente con le modalità e nell’entità che verrà indicata qui di seguito:

1) Supporto e Tutela Sindacale a cura della struttura sindacale dedicataGratuita;

2) Memorie difensive in ambito disciplinare e supporto in ambito della disciplina di Corpo e di Stato a cura della struttura sindacale dedicata: Gratuita;

2) Consulenza e Tutela StragiudizialeGratuita;

3) Consulenza e Tutela Legale Stragiudiziale, a cura di legali convenzionati SIAF, dalla quale scaturisca un accordo transattivo che possa portare ad un ristoro economico a favore dell’iscritto (compenso allo studio legale fino al 20% dell’importo ottenuto dall’iscritto, da corrispondere con le modalità e i tempi concordati all’occorrenza con il legale);

4) Tutela Giudiziale dinanzi agli organi di giustizia civile, amministrativa, penale, penale-militare e contabile: 50% a carico del SIAF e 50% a carico dell’iscritto, per il primo grado o anche per tutti i gradi di giudizio.

Per ottenere la suddetta tutela alle condizioni evidenziate, dovrà esserci una valutazione preventiva del caso da parte dell’Organismo Statutario competente che a suo insindacabile giudizio potrà decidere, comunicandolo per iscritto all’interessato, se la problematica rientri o meno tra le controversie di particolare interesse collettivo, di negazione di diritti fondamentali attinenti alla famiglia, alla genitorialità, all’assistenza ai disabili, alla mobilità del personale, tra i fatti accaduti in servizio o riconducibili a esso, nonché in condizioni socio-economiche soggettive o di salute dell’iscritto, meritevoli di sostegno e tutela come sopra descritta;

5) Tutela Giudiziale dinanzi agli organi di giustizia civile, amministrativa, penale, penale-militare, contabile: totalmente gratuita per l’iscritto, per il primo grado o anche per tutti i gradi di giudizio, quindi a totale carico del SIAF, previa valutazione del caso, ad insindacabile giudizio dell’Organismo statutario deputato, in presenza di controversie di particolare interesse collettivo, di negazione di diritti fondamentali attinenti alla famiglia, alla genitorialità, all’assistenza ai disabili, alla mobilità del personale, per gravi fatti accaduti in servizio o riconducibili ad esso, nonché in presenza di particolari condizioni socio-economiche soggettive o di salute dell’iscritto, meritevoli di sostegno e tutela come sopra descritta.

L’Iscritto SIAF che intenda attivare il servizio dovrà inviare una mail, contenente una descrizione dettagliata della problematica di interesse, compilando il seguente format (Clicca per scaricarlo), esclusivamente alla seguente casella di posta elettronica dedicata: tuteladisciplinare-legale@siafinanzieri.it

Eventuali diverse modalità di richiesta di supporto intraprese dall’iscritto non saranno tenute in considerazione e il SIAF, così come gli studi legali incaricati, non potrà essere chiamato in causa qualora dovessero verificarsi disfunzioni, ritardi o omissioni nella gestione della pratica.

Esclusione di responsabilità del SIAF, degli studi e Manleva

Il SIAF non potrà essere ritenuto in alcun modo responsabile di eventuali errori, omissioni o ritardi inerenti al servizio legale offerto dagli studi individuati, i quali agiscono autonomamente dopo aver ricevuto specifico mandato dall’iscritto tramite sottoscrizione della “Procura alle liti”, poiché rientrante esclusivamente nella responsabilità professionale del legale incaricato dall’iscritto.

Il SIAF e lo Studio legale incaricato non potranno essere chiamati in causa per nessun motivo al verificarsi di ritardi o criticità nella gestione della pratica inviata dall’iscritto sulla casella di posta elettronica dedicata (ivi compresi problemi informatici, tecnologici e di rete), qualora la stessa sia stata formalizzata secondo tempi troppi ristretti che non consentano il suo studio, la sua istruttoria e la sua gestione nel rispetto della scadenza naturale di esperimento dei termini d’impugnazione o rispetto alla tempistica necessaria all’azione/attività sindacale, disciplinare o legale richiesta.

Il SIAF, inoltre, é da ritenersi Manlevato fin d’ora circa ritardi, omissioni, errori parziali o totali inerenti i tempi, le modalità e il merito delle azioni legali decise dagli studi incaricati.

La Dirigenza Nazionale SIAF